Come si gioca a rubamazzetto e le principali strategie

Facile, rapido e spassoso: sono queste i tre aggettivi principali che descrivono al meglio le qualità di uno dei più famosi giochi di carte del nostro bel paese, il rubamazzetto.

Gioco particolarmente famoso al sud Italia, giocato spesso in famiglia o nelle occasioni di festa, in particolare per far divertire, i più piccoli in modo sano e genuino.

Quali sono le regole del gioco?

Per giocare a rubamazzetto occorre un mazzo composto da quaranta carte, come ad esempio le carte da gioco regionali (siciliane, napoletane, piacentine) e un numero di partecipanti compreso tra due e quattro.
Se tuttavia non avete a disposizione le carte regionali, è possibile utilizzare le carte da gioco francesi: basterà togliere momentaneamente dal mazzo il Fante e la Regina.

Una volta deciso chi sarà il mazziere, (solitamente colui che pesca la carta più alta), il mazziere stesso dovrà porgere a ogni giocatore tre carte e una volta consegnatele tutte, dovrà disporne al centro del tavolo quattro carte scoperte.

Il primo a giocare, dovrà, se in possibilità di farlo, prelevare una delle carte scoperte giocando una delle sue, purché abbia lo stesso valore, per fare un esempio se al centro del tavolo vi è un Re di bastoni, potrà essere raccolto solamente se tra le carte nella mano del giocatore vi sarà un altro Re.

Dopo aver effettuato la presa, il giocatore dovrà posizionare le carte raccolte volgendo la figura verso l’alto, disponendo l’ultima carta prelevata in cima al mazzo.

Fatto ciò, il giocatore successivo, oltre a effettuare una presa sulle restanti carte sul tavolo, potrà rubare il mazzo dell’avversario se tra le sue carte in mano, vi è una carta di pari valore a quella in cima al mazzetto preso di mira.

Doveroso dire che l’unico mazzetto da poter rubare è quello del giocatore che ci precede, infatti non è possibile rubare i mazzetti dei giocatori che vengono di mano successiva.

Come nella scopa è possibile effettuare prese di carte effettuando semplici addizioni, in poche parole se ad esempio a centro del tavolo è possibile trovare un sei ed un tre, se tra le nostre carte vi è un nove, è possibile prendere entrambe le carte (6+3=9). Le addizioni tuttavia non possono essere utilizzate per rubare i mazzi altrui, ma solo per raccogliere le carte dal centro del tavolo.

Nel momento in cui tutte le carte saranno state distribuite, ed ogni giocatore sarà rimasto senza carte in mano, la partita volgerà al termine. Per stabilire l’eventuale vincitore bisognerà che ogni giocatore conti le carte presenti nel proprio mazzetto.

Chi avrà accumulato il numero di carte più alto degli altri, avrà vinto la partita, poiché a differenza della scopa non vi sono punteggi attribuiti a carte specifiche o combinazioni di carte.

Ulteriori approfondimenti sulle regole si possono trovare a questo indrizzo: https://www.casino-slovenia.net/rubamazzetto/

Strategie di gioco

Per chi inizia a giocare a Rubamazzetto è importante accumulare esperienza, ma ecco qualche consiglio al fine di migliorare le proprie strategie di gioco: