Le principali tecniche di ripresa

Negli anni il mondo del cinema ha subito sempre nuovi cambiamenti, ed è palese dire che per realizzare un buon filmato occorre anche avere una buona tecnica di ripresa. Quasi impossibile elencarli velocemente tutti, dato che sono innumerevoli, circa una trentina se non più, e per ogni tecnica vi sarebbero infinite cose da dire. Dunque ne elencheremo qualche paio che sono le principali più importanti da conoscere con le relative attrezzature di ripresa cinematografica.

Camera a mano

La prima delle tecniche da ripresa più usate è la camera a mano, viene utilizzata specialmente per reportage, scene d’azione o comunque tutte quelle scene che devono lasciar immergere lo sguardo nella scena ed hanno quindi bisogno di movimento libero e dinamismo, per dare maggior realismo al momento ripreso. Per il reportage in particolare è una tecnica molto importante, si pensi a tutte quelle classiche interviste fatte dai giornalisti in posti pubblici come parchi o altro, nei quali sarebbe quasi impossibile portarsi dietro un’intera apparecchiatura ulteriormente professionale.

Campo controcampo

La ripresa campo controcampo viene utilizzata specialmente nelle scene di dialogo oppure nelle scene nelle quali si passa velocemente da un momento ad un altro nella storia ripresa. Questa tecnica consiste nel riprendere prima un soggetto per subito far scattare l’immagine del secondo soggetto scelto.

Carrellata (avanti e indietro)

La carrellata avanti e indietro è forse una delle tecniche più antiche di ripresa nella storia del cinema. Questa tecnica consiste nel montare la videocamera sopra ad un carrello, il quale andrà poi spinto appunto in avanti o all’indietro, in base a ciò che va ripreso. Spesso tale tecnica veniva utilizzata ad esempio per le scene di suspense ad inizio film, alla fine, oppure in una scena come quelle dove si scorre velocemente lungo un corridoio.

Ripresa a schiaffo

La tecnica della ripresa a schiaffo è una sorta di parallelo del controcampo, dato che tale tecnica consiste nel far scorrere velocemente l’obiettivo della camera dal soggetto scelto inizialmente verso un secondo, senza effettuare poi tagli di montaggio, mentre nel controcampo è un cambio di immagine drastico. La ripresa a schiaffo potrebbe essere una buona alternativa a quando si sta riprendendo un soggetto che svolge le sue azioni ed all’improvviso subentra una seconda figura.

Piano-sequenza

Il piano-sequenza è una tecnica di ripresa che probabilmente implica più difficoltà agli attori che ai cameraman, o forse a entrambi. Durante tale ripresa dovrà essere realizzata l’intera scena senza interruzioni ne tagli, praticamente è un filmato unico, che se interrotto per qualsiasi motivo potrà solamente essere buttato e ripetuto.

Steadicam

La tecnica di ripresa steadicam può essere pensata come il parallelo della ripresa della camera a mano. La differenza è che mentre in quest’ultima la camera andrà appunto sorretta in mano o appoggiata su una spalla, la tecnica steadicam consiste nel indossare una sorta di giubbotto che avrà un ferro che sorreggerà la camera. Si può dire che il cameraman praticamente la indossa, in questo modo è molto più libero di muoversi, e questo è molto utile per le riprese dove ad esempio bisogna scendere le scale oppure correre.

Zoomata

La tecnica della zoomata consiste appunto nello zoomare un particolare elemento o soggetto, quale si voglia mettere in risalto, ad esempio si possono zoomare gli occhi di una persona per metterne in risalto lo sguardo oppure un oggetto sul tavolo particolarmente significativo per quella scena.