Donare un tocco di colore e di originalità alla propria casa

Scegliere la giusta tinta per le pareti

Quando si acquista casa e la si arreda con i mobili, si presta sempre poca attenzione al colore da donare alle pareti. Sono in molti, infatti, che si affidano al tradizionale e ripetitivo colore bianco per non creare contrasti sgradevoli, trascurando le enormi potenzialità che una certa tinta ha nel miglioramento della vivibilità di un certo ambiente.

In realtà, quasi mai il bianco è il colore più indicato per arredare una certa stanza. Molto spesso, infatti, il bianco si addice alle case ultra-moderne, dallo stile minimal o comunque a chi decide di adottare un certo stile per la propria abitazione. 

In tutti gli altri casi non solo un tocco di colore può risultare gradevole, ma è a dir poco indispensabile.

Qual è la regola da seguire? In realtà non ce n’è una precisa e ben definita: la situazione può variare da caso a caso. Di certo, però, esistono delle “dritte” che si addicono più o meno bene a tutte le diverse combinazioni. 
Innanzitutto, è sconsigliato scegliere un colore che cozzi in maniera troppo evidente con quello dei mobili: accostare, ad esempio, un verde a un rosso è una scelta piuttosto azzardata. 

L’ideale, in un caso come questo, è quella di scegliere una nuance cromaticamente vicina a quella dei mobili, in modo da realizzare un abbinamento perfetto. Con un verde potrebbe, ad esempio, star bene un blu, oppure un giallo tenue. 

Nel caso in cui i mobili siano bianchi o neutrali, la scelta può essere molto più varia: ogni colore aggiunge, in questo caso, un tocco di originalità alla casa. 

È poi giusto che tra le varie stanze ci sia continuità: le camere da letto, ad esempio, dovrebbero essere simili tra loro, e del tutto diverse dal bagno o dalla cucina. 

Inoltre, non si possono più disprezzare i colori molto scuri, tra cui il nero: oggi è una tinta molto trendy, che ben si addice sia a cucine che a bagni. 

L’importanza delle decorazioni e delle finiture

Se proprio non si vuole rischiare adottando una colorazione poco convenzionale per una parete, come consiglia Il Dipintore si può sempre ricorrere a una decorazione che comunque renda l’ambiente unico nel suo genere e assolutamente distinguibile.

Si può pensare, ad esempio, di ottimizzare l’estetica di una parete realizzando una sorta di fascia – più o meno centralizzata – con delle decorazioni al suo interno. 

Un’ulteriore idea può essere proprio quella di utilizzare la parete come una tela bianca del pittore: seguendo un’ispirazione, si può commissionare la realizzazione di una vera e propria opera d’arte. Un’idea per rendere l’ambiente più ospitale e caldo, ad esempio, può essere quella di dipingere un albero con le foglie in un salotto, in prossimità del divano, oppure ricreare un cielo stellato in camera da letto. 

Senza trascurare, poi, l’importanza del colore per i bambini. Non importa se si decide di rappresentare dei personaggi dei cartoni animati o se si sceglie di attribuire alle 4 pareti altrettanti colori diversi: ciò che conta è ricreare un ambiente vivace e allegro, adatto a uno spirito fanciullesco.

berna00 Autore